Premessa

Il Servizio residenziale sperimentale "Casa il Tralcio" di Senago nasce dall’esigenza di offrire a persone disabili giovani-adulte un contesto abitativo a bassa protezione e integrato con altri servizi residenziali, ove mettere a frutto e sperimentare le proprie autonomie e favorire la crescita individuale e di gruppo delle persone, aiutandole e sostenendole nel riappropriarsi del proprio percorso di vita, spronandole a diventare protagonisti e responsabili delle scelte che caratterizzano il loro agire quotidiano. I medesimi obiettivi vengono perseguiti anche attraverso la proposizione di attività sperimentali di avvicinamento alla residenzialità, attività socializzanti ed educative.

Finalità

  • offrire opportunità di vita autonoma in un contesto a bassa protezione, in cui elementi leganti sono il protagonismo degli abitanti, la partecipazione alla creazione del proprio percorso di vita e la partecipazione attiva alla vita del territorio;

  • dare la possibilità a giovani adulti disabili di vivere in un contesto diverso da quello famigliare in un periodo della loro vita in cui sia auspicabile vivere esperienze simili, ribadendo l’importanza di vivere percorsi di autonomia nel periodo del “durante noi”;

  • dotare il territorio del Garbagnatese/Bollatese di un servizio che risponda in maniera specifica alle esigenze suddette;

  • sostenere e affiancare i famigliari nell’acquisizione del loro nuovo ruolo in virtù del percorso verso la maturità dei figli.

E' prevista inoltre la possibilità di effettuare percorsi personalizzati sperimentali di avvicinamento e formazione alla vita indipendente, frequentando la struttura saltuariamente.

Destinatari

Il progetto si rivolge in maniera specifica ed esclusiva a soggetti aventi le seguenti caratteristiche:

  • maggiore età, di ambo i sessi;

  • disabilità psico-cognitiva di grado medio-lieve, associata ad un discreto livello di autonomia nelle funzioni della cura di sé e delle cose personali, e in quelle legate alle relazioni  e alla fruizione del contesto territoriale;

  • è possibile ospitare anche persone gravemente compromesse dal punto di vista motorio, in tal caso l’assistenza specifica richiesta esula dalle prestazioni garantite dall’equipe operativa e dovrà essere concordata con i Servizi, la famiglia o il soggetto stesso con relativo adeguamento della retta;

  • possibilità e disponibilità ad effettuare un percorso di avvicinamento graduale o un percorso di sperimentazione presso la struttura (da concordare con il responsabile);

  • presenza di un’occupazione diurna già avviata o che sia possibile attivare in tempi brevi con un lavoro di rete congiunto tra l’equipe educativa, i Servizi Sociali e i Servizi per gli inserimenti lavorativi;

  • residenza presso il Comune di Senago, o comunque nel Comune di Milano e dell’Hinterland Milanese.

  

Iter di accesso al progetto

È prevista la segnalazione da parte dei Servizi Sociali competenti o una richiesta diretta da parte della persona interessata o dei familiari. Seguono colloqui di presentazione reciproca, per la valutazione dei requisiti fondamentali e l’approfondimento della conoscenza.

E’ previsto l’inserimento graduale per la valutazione di limiti e risorse della persona, per dare ad essa la possibilità di un percorso preliminare di formazione, per creare la rete di Servizi necessaria alla buona strutturazione del Progetto individuale oppure la proposizione di un percorso graduale di avvicinamento o di sperimentazione presso la casa.

Segue l’inserimento nella struttura per un periodo di prova di due mesi, al termine dei quali si disporrà l’inserimento definitivo. Per le caratteristiche specifiche del Progetto sopra descritte, si esclude la possibilità di effettuare inserimenti sulla base di emergenze o della necessità di Pronto Intervento.

La struttura e l’organizzazione del servizio

La struttura individuata per avviare il progetto è su un unico livello 4 locali (cucina abitabile, 3 camere da letto 2 bagni in comune e soggiorno), con ampio giardino. La casa può ospitare fino a sei persone con disabilità comprendendo due percorsi di sperimentazione e avvicinamento alla vita autonoma adulta.

Casa Il Tralcio è situata in Via Pace 14 a Senago (MI) e sono facilmente raggiungibili tutti i principali servizi offerti dal territorio. L'assistenza educativa sarà garantita in questi termini:

  • un educatore dal lunedì alla domenica, dalle 16:30 alle 21:00 orario in cui gli ospiti saranno effettivamente presenti, al rientro dalle attività diurne, e tutte le mattine dalle 6:00 alle 8.30, orario di uscita per le attività diurne. Sono previsti momenti di compresenza nella fascia pomeridiana.

  • Le ore notturne sono garantite da un operatore che pernotterà presso la struttura.

Servizi

Il costo comprende:

  • le spese relative all'abitazione, utenze, biancheria, alimentari.

  • assistenza educativa come sopra specificato, e per tutto quanto concerne le esigenze di vita della persona.

  • vacanze estive in località climatica.

  • trasporti per attività collettive (si ha in dotazione due furgoni)

Sono esclusi:

  • trasporti da e per i Servizi diurni, o per terapie di lunga durata ( fisioterapia, ultrasuoni, dialisi, ecc) e per attività ed esigenze personali e visite mediche personali.

  • Abbigliamento personale

  • spese sanitarie

  • tutto quanto non espressamente indicato nelle cose comprese.